In offerta!

Jack Halberstam – Gaga Feminism. Sesso, genere e la fine della norma. – In uscita il 20 dicembre 2021

16,15

Descrizione

Jack Halberstam

Edizione originaria: Gaga Feminism: Sex, Gender and the End of Normal (Beacon Press, 2012)

Numero di pagine 212

Asterisco Edizioni 20 dicembre 2021

ISBN 979 12 802270 6 5

Perché così tante donne sono single, così tanti uomini resistono al matrimonio, e così tant* gay e lesbiche fanno figli? Gaga Feminism risponde a queste domande e, al tempo stesso, cerca di dare un senso ai tettonici spostamenti culturali che hanno trasformato le politiche di genere e sessuali negli ultimi decenni. Questo paesaggio colorato è popolato da simboli e fenomeni diversi come uomini incinti, lesbiche in età avanzata, SpongeBob e famiglie queer. Quindi come possiamo capire la dissonanza tra queste esperienze reali e le narrazioni eteronormative che dominano i media mainstream? Possiamo abbracciare il caos! Con dosi uguali di spirito e arguzia, Jack Halberstam rivela come queste rotture simboliche aprano uno spazio critico per abbracciare modi nuovi di concettualizzare il sesso, l’amore e il matrimonio. Usando Lady Gaga come simbolo di una nuova era, Halberstam spacchetta abilmente ciò che la superstar del pop simboleggia, per chi e perché. Il risultato è un manifesto provocatorio del caos creativo, una tabella di marcia per il sesso e il genere del ventunesimo secolo, che considera Lady Gaga come un esempio di un nuovo tipo di femminismo che privilegia la fluidità di genere e sessuale. In parte libro di testo, in parte guida e in parte manuale del sesso, Gaga Feminism è il primo libro che prende sul serio il crollo dell’eterosessualità e trova, tra le macerie, le indicazioni per un modo nuovo e diverso di fare sesso e genere.

 

Jack Halberstam, dissidente contro le barriere delle norme di genere, è docente di letteratura inglese comparata e studi di genere presso la Columbia University. Autore di numersi articoli apparsi su riviste e raccolte, ha pubblicato Skin Show: othic Horror and the Technology of Monsters ( Duke UP, 1995), Female Masculinity (Duke UP, 1998), In A Queer Time and Place (NYU Press, 2005), The Queer Art of Failure (Duke UP, 2011), Gaga Feminism. (Beacon Press, 2012), Trans*: A Quick and Quirky Account of Gender Variability. (University California Press, 2018) e Wild Things: The Disorder of Desire (Duke UP, 2020). Attento osservatore delle relazioni tra genere, sessualità, sottoculture, transizioni e rappresentazioni sociali, sta lavorando alla stesura del secondo volume dedicato alla “wildness” intitolato The Wild Beyond: Music, Architecture and Anarchy. In italiano sono stati pubblicati alcuni suoi scritti, scelti e curati da Federica Frabetti, raccolti nel volume Maschilità senza uomini (Edizioni ETS, 2010).

Elisa Virgili è ricercatrice nell’ambito della filosofia politica, degli studi di genere e delle teorie queer e fa parte del Centro di Ricerca Politesse. Uno dei suoi principali ambiti di ricerca è la relazione tra il linguaggio e il genere: tra le parole, lo spazio pubblico e i corpi. Parallelamente si occupa di corpi sessuati e sanguinanti nello sport.
Fa parte di una famiglia strana che è un branco, una palestra popolare e un collettivo transfemminista.

Informazioni aggiuntive

Peso 250 g